Non urlare su Facebook


Lavorare con i social media richiede attenzione, professionalità e aggiornamento continuo: gli errori sono infatti sempre dietro l’angolo, soprattutto se ad occuparsi del social media management sono mani inesperte.

Prendiamo un post del tipo (non ditemi che non ne avete mai visto uno simile sulla vostra home di Facebook):

VI ASPETTO STASERA PER UN ALTRA SERATA ALL’INSEGNA DEL DIVERTIMENTO!!!!!!SOLO CON NOI SI BALLA FINO AL MATTINO!!!! #TUTTALANOTTE #BALLIAMOFINOALLALBA #DISCONIGHT #SEMPRENOI #NIGHTOUT #DIVERTIMENTOASSICURATO

Ecco, in questo post sono concentrati non solo errori grammaticali, sintattici e tipografici, ma anche hashtag completamente random e in numero eccessivo. E non finisce qui. Vogliamo parlare delle maiuscole? Non saranno certo loro a far arrivare il messaggio a più persone. E non saranno nemmeno i punti esclamativi accumulati inutilmente a fine frase. Un messaggio del genere è al contempo poco efficace, poco professionale e anche vagamente invadente.

Un esperto di social media management evita accuratamente errori tanto grossolani, e impara con la pratica ad evitarne anche altri più sottili, che non riguardano solamente la tecnica di scrittura, ma anche l’approccio generale e, soprattutto, la separazione tra l’utilizzo personale del mezzo social e quello professionale. Ecco un bell’articolo che annota altri comuni errori e i digital PR e i social media manager evitano.

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>